.: Ci sono  Impostazioni Web per pagine ASP utenti on line

.: Sei in: Home>Sezioni>Maioliche

 

   

Nella sezione delle maioliche sono in mostra oggetti che vanno dagli inizi del secolo XVII alla prima metà del secolo XX. Vi si può trovare una grande varietà di piatti e di brocche per acqua e vino (“sruli”). Particolarmente ingegnosi per tecnica esecutiva sono i contenitori per liquidi “a segreto” (“srulu a secretu”, “vozza a bicchiere”, ecc. ): si tratta di oggetti aventi carattere scherzoso con i quali, durante il pranzo, ci si burlava dei commensali, essendo la mescita del liquido resa particolarmente difficoltosa da un complicato meccanismo idraulico.                          Di grande raffinatezza ed eleganza sono le “ciarle”, vasi dotati di una duplice ansa a nastro, i vasi da farmacia o albarelli, di cui il museo possiede diversi esemplari anche non grottagliesi, e le zuppiere, i cui pomoli di presa sono solitamente modellati a riprodurre figure umane oppure elementi vegetali (una pigna, un frutto) o animali. Figurano anche le mattonelle per pavimentazione, realizzate sia a Grottaglie sia in altri centri salentini e in Campania, e le piastrelle .                                                   La ceramica devozionale, la cui produzione è legata alla devozione locale, è ben rappresentata nel museo da piatti e statue votive riproducenti santi (Madonna Addolorata, San Ciro, i Santi Medici, san Michele, ecc.), mattonate, acquasantiere, e porta ceri. Insolita è poi una mattonella cimiteriale del 1907, che fungeva da cippo funerario di una modesta sepoltura.

 

Entra nella Galleria Oggetti delle sezione Maioliche

 
 
Ringraziamenti e diritti Firma il Libro degli ospiti Discuti nel Forum del museo Segnala questa pagina ad un amico Chiedi informazioni                        Imposta questo sito come Home  Aggiungi questo sito ai Preferiti Stampa questa pagina