.: Ci sono   Impostazioni Web per pagine ASP utenti on line

.: Sei in : Home>Sezioni>D'uso

 

   

 

Questa sezione contiene manufatti ceramici usati per la dispensa, per i servizi domestici e per l’igiene personale e della casa.
E’ una tipologia di ceramica che copre un arco temporale che va dalla seconda metà del secolo XVII alla prima metà del secolo XX e risulta variamente rappresentata da forme tradizionali usate per contenere acqua, vino, olio, aceto, per trasportare acqua o per la conservazione di provviste alimentari (“capasone”, “capasone alla capuana” “trimmone”, “capasa”, “vummile”, “cicine”, “pitale”, “cammautto”, ecc.).
A queste si aggiungono gli oggetti usati per cucinare (“tiestu”, “pignata”), lavare biancheria, piatti, verdure e cibi vari (“crasta ti cofanu”, “limmu”, “scafarea”, “pendriale”), contenere piante (“crasta”, “casc’pò”) e quelli usati per i servizi igienici (“nicissario”, “rinale”, ecc.), i vasetti per attingere acqua dai pozzi (“vucale pi puzzu a ‘ngegna”), i comignoli (“ciminiera”) e i tubuli usati per costruire le volte delle fornaci (“orieni”).
 

 

Galleria Oggetti

 
 

Ringraziamenti e diritti Firma il Libro degli ospiti Discuti nel Forum del museo Segnala questa pagina ad un amico Chiedi informazioni          Imposta questo sito come Home  Aggiungi questo sito ai Preferiti Stampa questa pagina